Aree terapeutiche
Sviluppo visivo
Alla nascita l’apparato diottrico è maturo e consente la messa a fuoco ottimale delle immagini sulla retina.

Alla nascita l’apparato diottrico è maturo e consente la messa a fuoco ottimale delle immagini sulla retina.

Per contro la corteccia visiva e la retina non lo sono. Esse si completano intorno al 4° mese con l’aumento delle connessioni e delle dimensioni neuronali e la formazione di macula e fovea.

Lo sviluppo si conclude a 18 mesi con l’acquisizione del senso cromatico e il riconoscimento di forme, profondità e movimento.


LUTEIN ofta gocce
LUTEIN DK
LUTEIN D3 gocce

OLIO neoox


Corretta igiene oculare

Alla nascita il sistema immunitario non è efficiente e l’occhio del neonato, a diretto contatto con l’ambiente esterno, è a rischio di infezioni. 

Alla nascita il sistema immunitario non è efficiente e l’occhio del neonato, a diretto contatto con l’ambiente esterno, è a rischio di infezioni.

Questo rischio risulta spesso aumentato, dalla stenosi delle vie lacrimali, evento frequente sin dalla nascita. Nel bambino il continuo sfregamento degli occhi con le mani, mantiene alto il rischio di contrarre blefariti e congiuntiviti.

La pulizia con appositi dispositivi medicati assume notevole importanza preventiva.


IRIDIUM baby garze


Il prematuro e lo stress ossidativo
Più fattori causano l’aumento di radicali liberi nel prematuro: il passaggio dall’ambiente intrauterino a quello extrauterino, il taglio del cordone, la terapia con ossigeno e la fototerapia, gli episodi di asfissia, ecc.

Più fattori causano l’aumento di radicali liberi nel prematuro: il passaggio dall’ambiente intrauterino a quello extrauterino, il taglio del cordone, la terapia con ossigeno e la fototerapia, gli episodi di asfissia, ecc..

I livelli di antiossidanti endogeni sono spesso insufficienti a mantenere l’equilibrio. L’introduzione con l’alimentazione di antiossidanti esogeni contribuisce a bilanciare lo stress ossidativo.


LUTEIN ofta gocce
LUTEIN DK
LUTEIN D3 gocce




Patologie della superficie oculare
L’occhio, grazie al film lacrimale, ha una notevole resistenza ai patogeni.

L’occhio, grazie al film lacrimale, ha una notevole resistenza ai patogeni. La blefarite, infiammazione delle palpebre, origina per cause ambientali, igieniche, allergiche, infettive e per presenza di vizi refrattivi.

 La congiuntivite, infezione della congiuntiva, si distingue per il tipo di secreto che può essere purulento e a getto (OPHTHALMIA NEONATORUM), giallo-verdastro (CONGIUNTIVITE CATARRALE ACUTA) o acquoso (CONGIUNTIVITE VIRALE).


BLUbaby ofta spray
IRIDIUM baby garze
MITOBRIN collirio


Deficit refrattivi e affaticamento visivo

L’affaticamento visivo è dovuto soprattutto a difetti refrattivi non corretti, a un uso eccessivo di dispositivi elettronici ed a troppe ore passate in un ambiente chiuso con luce artificiale.

L’affaticamento visivo è dovuto soprattutto a difetti refrattivi non corretti, a un uso eccessivo di dispositivi elettronici ed a troppe ore passate in un ambiente chiuso con luce artificiale. In questi casi, così come anche nella miopia, la retina è soggetta a stress ossidativo e conseguente infiammazione.

 I sintomi sono: vista sfocata, bruciore e arrossamento oculare, cefalea e senso di spossatezza.

Il bambino manifesta difficoltà nella lettura della lavagna, si stropiccia spesso gli occhi e strizza le palpebre.


MYOOPS compresse
MYOOPS flaconcini

Otite esterna e media

L'otite esterna è un’infezione principalmente batterica (P. aeruginosa, S. aureus) del condotto uditivo esterno fino al timpano. Si presenta in estate con dolore intenso, continuo e superficiale; è esacerbata dalla pressione sul padiglione auricolare.

L’otite esterna è un’infezione principalmente batterica (P. aeruginosa, S. aureus) del condotto uditivo esterno fino al timpano.

Si presenta in estate con dolore intenso, continuo e superficiale; è esacerbata dalla pressione sul padiglione auricolare.
L’otite media, tipica del bambino, è secondaria a rinosinusiti e caratterizzata da dolore profondo e pulsante che si accentua con pressione sul mastoide e durante la deglutizione.


MITOBRIN otologico
COMBITIMOR otologico

Infezioni e problematiche respiratorie

L’inserimento in comunità è la principale causa di infezioni respiratorie, IR. Il freddo, poi, riduce l’attività mucociliare favorendo l’IR e l’infiammazione. 


L’inserimento in comunità è la principale causa di infezioni respiratorie, IR. Il freddo, poi, riduce l’attività mucociliare favorendo l’IR e l’infiammazione.

I sintomi sono: bruciore della faringe, rinorrea, starnuti e a volte febbre; durano circa 10 giorni.

Sono forme a eziologia virale (Rhinovirus), è quindi inutile l’uso di antibiotici. Si parla di forme ricorrenti quando sono presenti più di 6 episodi l’anno.


NARIVIT spray

Allattamento al seno

L'allattamento al seno esclusivo, fino a 6 mesi, grazie alla presenza di fattori immunitari nel latte materno, riduce le infezioni e le allergie del neonato e favorisce il benessere emozionale e psicologico della madre. 


L'allattamento al seno esclusivo, fino a 6 mesi, grazie alla presenza di fattori immunitari nel latte materno, riduce le infezioni e le allergie del neonato e favorisce il benessere emozionale e psicologico della madre.

Durante l’allattamento è importante osservare una dieta bilanciata, nutriente e multivariata, bere molta acqua, ridurre alcolici e sostanze nervine (thè, caffè), assumere vitamine e minerali.


LUTEIN latte

AREA RISERVATA
AREA RISERVATA