Conoscere l'orecchioPatologie dell'orecchio
Otite esterna

Che cos’è 

L’otite esterna è una infiammazione del condotto uditivo esterno che provoca dolore, rigonfiamento e chiusura del condotto uditivo esterno, secrezioni e a volte febbre.

Che cos’è 

L’otite esterna è una infiammazione del condotto uditivo esterno che provoca dolore, rigonfiamento e chiusura del condotto uditivo esterno, secrezioni e a volte febbre.

Le cause
L' otite esterna è una patologia molto frequente soprattutto in estate per il sommarsi di fattori che possono scatenarla come il caldo, il sudore, il cloro dell'acqua di piscina, o i microrganismi presenti nell’acqua del mare, ecc. Naturalmente anche i batteri giocano un ruolo importante nella genesi della malattia e gli agenti eziologici più frequenti sono lo Pseudomonas Aeruginosa , il Proteus Vulgaris e i funghi come l’Aspergillus Fumigatus e la Candida Albicans. Tuttavia la frequenza degli episodi di otite esterna in uno stesso soggetto è legata a fattori individuali di predisposizione alla patologia spesso di carattere anatomico, come restringimenti (stenosi) del condotto uditivo.  



Trattamento
L’otite esterna viene generalmente trattata dall’otorinolaringoiatra tramite una terapia locale che prevede la pulizia e la aspirazione delle secrezioni accumulate nel condotto uditivo esterno, la somministrazione di antibiotici ad ampio spettro e di antinfiammatori per alleviare il dolore.


Che cos’è 

L’otite esterna è una infiammazione del condotto uditivo esterno che provoca dolore, rigonfiamento e chiusura del condotto uditivo esterno, secrezioni e a volte febbre.

Che cos’è 

L’otite esterna è una infiammazione del condotto uditivo esterno che provoca dolore, rigonfiamento e chiusura del condotto uditivo esterno, secrezioni e a volte febbre.

Le cause
L' otite esterna è una patologia molto frequente soprattutto in estate per il sommarsi di fattori che possono scatenarla come il caldo, il sudore, il cloro dell'acqua di piscina, o i microrganismi presenti nell’acqua del mare, ecc. Naturalmente anche i batteri giocano un ruolo importante nella genesi della malattia e gli agenti eziologici più frequenti sono lo Pseudomonas Aeruginosa , il Proteus Vulgaris e i funghi come l’Aspergillus Fumigatus e la Candida Albicans. Tuttavia la frequenza degli episodi di otite esterna in uno stesso soggetto è legata a fattori individuali di predisposizione alla patologia spesso di carattere anatomico, come restringimenti (stenosi) del condotto uditivo.  



Trattamento
L’otite esterna viene generalmente trattata dall’otorinolaringoiatra tramite una terapia locale che prevede la pulizia e la aspirazione delle secrezioni accumulate nel condotto uditivo esterno, la somministrazione di antibiotici ad ampio spettro e di antinfiammatori per alleviare il dolore.


Otite media

Che cos’è 
L’otite media, detta anche otisis media, è letteralmente l’infezione all’orecchio medio. E’ una patologia estremamente diffusa nei neonati e nei bambini.

Che cos’è 
L’otite media, detta anche otisis media, è letteralmente l’infezione all’orecchio medio. E’ una patologia estremamente diffusa nei neonati e nei bambini.

Cause
La tromba di Eustachio (o tuba uditiva) è corta e stretta, il che aumenta già il rischio di sviluppare infezioni. Nei bambini inoltre non ha completato il suo sviluppo ed è in posizione orizzontale (mentre nell’adulto è inclinata verso il basso) rendendo difficile il drenaggio del muco che normalmente vi si accumula, che così raggiunge l’orecchio medio provocando l’otite. Le infezioni dell’orecchio sono solitamente provocate da batteri e virus, ma anche da allergie. I neonati sono più esposti a tali infezioni perché mangiano in posizione sdraiata e perché il sistema immunitario non è perfettamente maturo e funzionale. 



Il principale sintomo dell’infezione acuta è il dolore all’orecchio, che spesso peggiora la notte. Altri sintomi sono febbre, stanchezza, irritabilità, nausea, vomito e mancanza di appetito. Nel caso di otite media grave, ci può essere una temporanea perdita dell’udito, e si possono sentire degli strani suoni versando del fluido nell’orecchio Le infezioni all’orecchio non sono contagiose. Tuttavia, sono spesso conseguenza di un raffreddore o un’influenza, che invece sono estremamente contagiosi.

Trattamento
Nelle otiti medie spesso sono necessari antibiotici ad ampio spettro da soli o in associazione ad antinfiammatori per alleviare il dolore o abbassare la febbre. Non c’è modo di prevenire questo tipo di infezioni, ma alcune ricerche mostrano comunque limitarle: far seguire al bambino una alimentazione adeguata, in posizione non troppo sdraiata, ed effettuare una corretta igiene delle vie respiratorie superiori e del canale uditivo esterno tramite lavaggi ricorrenti, soprattutto in caso di raffreddore, possono ridurre il rischio di sviluppare otite media ricorrente. 

Che cos’è 
L’otite media, detta anche otisis media, è letteralmente l’infezione all’orecchio medio. E’ una patologia estremamente diffusa nei neonati e nei bambini.

Che cos’è 
L’otite media, detta anche otisis media, è letteralmente l’infezione all’orecchio medio. E’ una patologia estremamente diffusa nei neonati e nei bambini.

Cause
La tromba di Eustachio (o tuba uditiva) è corta e stretta, il che aumenta già il rischio di sviluppare infezioni. Nei bambini inoltre non ha completato il suo sviluppo ed è in posizione orizzontale (mentre nell’adulto è inclinata verso il basso) rendendo difficile il drenaggio del muco che normalmente vi si accumula, che così raggiunge l’orecchio medio provocando l’otite. Le infezioni dell’orecchio sono solitamente provocate da batteri e virus, ma anche da allergie. I neonati sono più esposti a tali infezioni perché mangiano in posizione sdraiata e perché il sistema immunitario non è perfettamente maturo e funzionale. 



Il principale sintomo dell’infezione acuta è il dolore all’orecchio, che spesso peggiora la notte. Altri sintomi sono febbre, stanchezza, irritabilità, nausea, vomito e mancanza di appetito. Nel caso di otite media grave, ci può essere una temporanea perdita dell’udito, e si possono sentire degli strani suoni versando del fluido nell’orecchio Le infezioni all’orecchio non sono contagiose. Tuttavia, sono spesso conseguenza di un raffreddore o un’influenza, che invece sono estremamente contagiosi.

Trattamento
Nelle otiti medie spesso sono necessari antibiotici ad ampio spettro da soli o in associazione ad antinfiammatori per alleviare il dolore o abbassare la febbre. Non c’è modo di prevenire questo tipo di infezioni, ma alcune ricerche mostrano comunque limitarle: far seguire al bambino una alimentazione adeguata, in posizione non troppo sdraiata, ed effettuare una corretta igiene delle vie respiratorie superiori e del canale uditivo esterno tramite lavaggi ricorrenti, soprattutto in caso di raffreddore, possono ridurre il rischio di sviluppare otite media ricorrente. 

AREA RISERVATA
AREA RISERVATA